Andamento dell'Annata 2004


Ottimo


I mesi di aprile e maggio del 2004 sono stati caratterizzati da temperature piuttosto basse e da piogge frequenti, condizioni che si sono protratte fino ai primi di giugno, allorquando questa lunga primavera ha ceduto il passo ad una estate fresca e non troppo luminosa.
Le temperature sono risalite, ma le tipiche giornate di caldo secco del luglio e dell'agosto degli ultimi anni non si sono avute; infatti le temperature massime raramente hanno superato i 30°C, mentre il cielo è stato spesso velato e a volte turbato da qualche sporadico acquazzone.
Anche i mesi di settembre e ottobre non sono stati molto diversi dai precedenti.
Nel complesso il clima del 2004 si ricorderà per la sua "normalità": temperature moderate, luminosità non troppo elevata e costante disponibilità idrica per le piante.
A questo andamento climatico le viti hanno risposto ritardando e prolungando alcune fasi fenologiche.
Al germogliamento, avvenuto nella prima metà di aprile, è seguito un lento accrescimento dei germogli e una ritardata fioritura, iniziata nella prima decade di giugno e protrattasi per più di quindici giorni.
La buona disponibilità idrica ha consentito un soddisfacente ingrossamento degli acini, che hanno cominciato ad invaiare nei primi giorni di agosto.
La maturazione è avvenuta in modo lento e graduale e i grappoli hanno raggiunto una equilibrata maturità tecnologica e fenolica nella seconda decade di ottobre, epoca in cui si sono svolte le operazioni vendemmiali nella gran parte delle aziende.

Riepilogo delle fasi fenologiche
20-30 Marzo - pianto
1-15 Aprile - germogliamento
5-25 Giugno - fioritura e allegagione
2-20 Agosto - invaiatura

Il Vino Nobile 2004 differisce notevolmente dai vini delle ultime annate e presenta peculiarità molto interessanti.
Alle prime degustazioni, poco dopo le fermentazioni malo-lattiche, i vini ostentano una colorazione rosso violacea molto intensa e dei profumi particolarmente complessi.
Le gradazioni alcoliche sono comprese tra i 13 e i 13,5 % vol., mentre le acidità sono piuttosto sostenute; il tenore di polifenoli è generalmente medio-alto con un soddisfacente contenuto di antociani e tannini dolci.
Ad oggi il quadro analitico e organolettico dei campioni provenienti dalle diverse zone, ci porta a concludere che il Vino Nobile di Montepulciano 2004 è nel suo complesso:
vino equilibrato, di buona struttura e di sicuro positivo affinamento.